TOMMASO COGATO

 

Il vincitore, Tommaso Cogato, e` passato al teatro Jofre come un ciclone con un quarto beethoveniano pieno di brio, carattere e musicalita` in una mescolanza di energia e delicatezza, con passaggi, soprattutto nel secondo movimento, di una finezza commovente. Il suo dominio della dinamica, il controllo del suono e la qualita` del fraseggio gli hanno accreditato le maggiori ovazioni.” (La Voz de Galicia)


“Un pianista speciale, che utilizza le proprie possibilità tecniche non fine a se stesse, ma come un mezzo.” (Diario Jaen)


“Un pianismo di prima classe, elevata coscienza musicale, un enorme talento. Uno dei miei migliori allievi.” (Joaquin Achucarro)


Considerato dalla critica internazionale come uno dei pianisti più interessanti della sua generazione, Tommaso Cogato ha debuttato in Spagna con il Quarto Concerto di Beethoven, imponendosi in numerosi concorsi internazionali, tra i quali il “Ciudad de Ferrol” ed il “José Iturbi Piano Competition” di Los Angeles, oltre che essere stato vincitore del Concorso Nazionale “Pietro Argento” di Gioia del Colle e del Concorso Internazionale “Camillo Togni” in Italia.


Tommaso Cogato ha suonato nell’ambito del Festival Internazionale di Santa Fiora (Grosseto), per la Associazione Giovanni Paisiello di Lucera e Accademia dei Cameristi di Bari, Università degli studi di Siena e Arezzo, Southern Methodist University, presso la Dallas Library, Teatro Jofre (El Ferrol, Spagna), Sala Joaquín Turina (Siviglia, Spagna), Auditorio Ciudad de León (León, Spagna), Sala de la Real Maestranza de Caballería (Siviglia, Spagna), Schoenberg Hall (Los Angeles) e Morton Meyerson Music Center (Dallas). Di particolare rilievo è stata l’esecuzione da solista con orchestra del Concerto n. 2 di Brahms per il Barletta Piano Festival.


Tra gli artisti di fama internazionale con cui ha suonato, ricordiamo Robert Cohen.


Nato a Vicenza, Tommaso Cogato inizia giovanissimo lo studio del pianoforte e completa gli studi diplomandosi con il massimo dei voti, la lode e menzione d’onore al Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli sotto la guida del M° Benedetto Lupo. Successivamente ottiene l’Artist Certificate Diploma presso la Southern Methodist University a Dallas, Texas dove ottiene anche il Master in Music Performance sotto la guida di Joaquin Achucarro che considera Tommaso “Un pianista di prima classe, elevata coscienza musicale, un enorme talento. Uno dei miei migliori allievi.” Si perfeziona, inoltre con Sergio Fiorentino, Fausto Zadra, Arnaldo Cohen, François-Joel Thiollier, Lazar Berman, Paolo Bordoni y Konstantin Bogin e partecipa ai corsi internazionali di interpretazione presso la Ecole Normale de Musique “Alfred Cortot” de París sotto la guida di pianosti come Jacques Lagarde, Nelson Delle Vigne-Fabbri, Ian Hobson, Boaz Sharon o Einar Steen-Nøkleberg. Interessato alla tecnica interpretativa e stilistica classica, partecipa al corso de Robert Levin nell’ambito del Festival del Gargano.


Pianista dal vasto repertorio, Tommaso Cogato ha al suo attivo anche un importante attività cameristica e didattica; ha insegnato presso l’Accademia di Studi Orchestrali della Fondazione Barenboim-Said de é direttore dei corsi Andalucía Música a Siviglia. Tiene master classes presso importanti istituzioni internazionali ed è spesso invitato nelle giurie di prestigiosi concorsi pianistici internazionali. Dal 2012 è vicepresidente di Juventudes Musicales de Sevilla.



ENGLISH

Tommaso Cogato made his debut in Spain with the Beethoven’s Fourth Concert and at an international level with competitions such as "Ciudad de Ferrol" and "José Iturbi Piano Competition" in Los Angeles, and winner of the National Competition Gioia del Colle’s "Pietro Argento" and the International Competition "Camillo Togni" in Italy.
He played in Santa Fiora International Festival (Grosseto) for Giovanni Paisiello Association in Lucera and Accademia dei Cameristi di Bari, Siena and Arezzo University, Southern Methodist University at Dallas Library, Jofre Theatre (El Ferrol, Spain), Sala Joaquín Turina (Seville, Spain), Auditorium Ciudad de León (León, Spain), Sala de la Real Maestranza de Caballería (Seville, Spain), Schoenberg Hall (Los Angeles) and Morton Meyerson Music Center (Dallas), as well as with Brahms’ Concert n. 2 for Barletta Piano Festival. Among the internationally renowned artists with whom he played, we remember Robert Cohen.
He studied at "Nino Rota" Conservatory in Monopoli. Later he obtained the Artist Certificate Diploma at the Southern Methodist University in Dallas (Texas) and the Master in Music Performance. He also perfected with Sergio Fiorentino, Fausto Zadra, Arnaldo Cohen, François-Joel Thiollier, Lazar Berman, Paolo Bordoni and Konstantin Bogin and took part in international interpretation courses at Ecole Normale de Musique "Alfred Cortot" in Paris under the guidance of pianists such as Jacques Lagarde, Nelson Delle Vigne-Fabbri, Ian Hobson, Boaz Sharon or Einar Steen-Nøkleberg and de Robert Levin in Gargano Festival.
He taught at the Academy of Orchestral Studies of Barenboim-Said Foundation and he is director of the Andalucía Música courses in Seville. Since 2012 he has been vice-president of Juventudes Musicales in Sevilla.