Igor Roma

 

Mazzoli, si diploma in pianoforte nel 1991 con il massimo dei voti e la lode. Tra il 1988 e il 1989 Roma è coronato dai primi successi nelle competizioni pianistiche italiane vincendo i Concorsi Nazionali di Como, Ravenna e Gallarate, la Rassegna Pianistica Internazionale di Senigallia e classificandosi al terzo posto al Premio Nazionale di Mantova.

Dopo questi importanti successi, pur continuando a frequentare il Conservatorio di Vicenza, Igor Roma è ammesso alla prestigiosa Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, diventando così allievo di Franco Scala, fondatore nel 1989, direttore e docente principale della Scuola. Studia inoltre con Lazar Berman, Boris Petrushansky e Alexander Lonquich, anch’essi docenti principali dell’Accademia. Vince nel 1990 il secondo premio al concorso per l’assegnazione di sei importanti borse di studio bandito dall’Accademia. Vince nel 1994 il sesto premio al Concorso Pianistico Internazionale di Dublino ed il quinto premio al Concorso Pianistico Internazionale di Hamamatsu. Nel 1995 conquista a Tel Aviv il quinto premio al prestigioso Concorso Pianistico Internazionale “Arthur Rubinstein”.

Il grande successo, che segna l’inizio dell’intensa e premiata carriera artistica internazionale di Igor Roma, arriva con la vittoria del primo premio al Concorso Pianistico Internazionale “Franz Liszt” di Utrecht. La folgorante e travolgente interpretazione del Totentanz, eseguito nella prova finale con l’Orchestra Sinfonica della Radio Olandese diretta da Jan Stulen, infiamma il pubblico ed entusiasma la giuria formata da eminenti personalità come Earl Wild, Cyprien Katsaris, Arnaldo Cohen, Boris Bloch, Andrej Jasinski, Oxana Yablonskaya e Jan Wijn, per citarne una parte. Con l’assegnazione a Roma anche del premio della critica, la giuria decide di non attribuire il secondo premio ma di dividere il terzo tra gli altri due candidati, con il fine di sottolineare il netto distacco del vincitore rispetto agli altri concorrenti e affermarne così l’eccezionale valore artistico. Una parte del prestigioso premio consiste anche in una lunga tournée di concerti che inizia nella grande sala del Concertgebouw di Amsterdam il mattino successivo alla trionfale vittoria di Utrecht e che si prolunga per tutta l’estate e l’autunno nei maggiori teatri dei Paesi Bassi.

Nel 1997 Roma conclude gli studi all’Accademia Pianistica di Imola diplomandosi brillantemente con il titolo di “Master”.

Oltre a svolgere prevalentemente la sua attività concertistica in Olanda, egli ha suonato anche in Spagna, Francia, Belgio, Norvegia, Svezia, Danimarca, Irlanda, Estonia, Lettonia, Malta, Sud-Africa, Cina, Stati Uniti d’America, Repubblica ceca, Ungheria, Slovenia e naturalmente in Italia.

Il primo CD di Igor Roma, con musiche di Alkan, Liszt e Prokofiev, arriva nel 2001. Il CD sarà pubblicato dalla casa discografica “Challenge Records” nel 2006 con il titolo “Romantic pieces for piano”.
Nel 2009 pubblica un secondo CD titolandolo “Encores”, in cui presenta un’antologia di brani pianistici originali ed altri rielaborati dall’esecutore stesso.

Igor Roma è docente principale di pianoforte al Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria, all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola e al Conservatorio “Zuyd” di Maastricht. È anche docente ospite al Conservatorio “Prins Claus” di Groningen.

Il pianista italiano Igor Roma nasce a Baden, nella Svizzera tedesca, dove negli anni sessanta si erano trasferiti dall’Italia i suoi genitori. Dopo il ritorno della famiglia in Italia – stabilitasi a Schio, in provincia di Vicenza, nel 1984 – prosegue gli studi nell’istituto musicale della città e successivamente al Conservatorio di musica “A. Pedrollo” di Vicenza dove, con la guida di Carlo